Shadow Warrior – Duke Nukem incotra grosso guaio a Chinatown

è il ritorno dell’FPS duro e puro dei primi anni novanta, dove non c’era spazio per storie e open-world, ma solo per tessere gialle-rosse-verdi, battute scorrette e gameplay ignoranti.

Se siete un fan di Duke Nukem e di grosso guaio a Chinatown, non potete non giocare al remake di Shadow Warrior.

Lo presi diverso tempo fa in un bundle, e l’ho riscoperto recentemente perché cercavo un gioco brainless per scaricarmi un po’, e devo dire che ha assolto bene il suo compito.

Il gioco racconta la storia di uno yakuza incaricato di comprare un’antica katana da un boss rivale al nostro, ovviamente le cose si complicheranno e ci ritroveremo invischiati con affari demoniaci e altre dimensioni. Continua a leggere

Wolfenstein : The new order – Recensione

Ecco un FPS dalla trama interessante, narrata con fare e dal gameplay intelligente.

Ho comprato questo gioco per l’ambientazione ma ne sono rimasto incantato per la qualità narrativa e il gameplay.

Nazisti.. nazisti everywhere.

Impersoniamo Blazkowicz, un soldato americano che nel 46 partecipa ad una missione ad alto rischio, con l’obbiettivo di uccidere il gerarca nazista responsabile della supremazia tedesca in campo bellico fino a quel momento..

Ovviamente le cose vanno a puttane, la missione fallisce, il gerarca non muore, e noi ci ritroviamo nel mar Baltico con delle schegge di granata in testa. Continua a leggere

Bioshock Infinite

A fine gioco mi sono alzato in piedi ed ho iniziato un lento applauso, senza senso lo so, ma andava fatto.. per questo gioco andava fatto..

Bioshock è la miglior saga videoludica a cui abbia mai giocato.

è perfetta, gli unici difetti sono la gestione del gameplay nel primo episodio (corretti poi, e certamente in quest’ultimo), ma il resto è un opera d’arte.

Ho visto molti criticare (per l’ appunto) l’aspetto gameplay, un FPS troppo limitato e semplice, o la mancanza di esplorabilità, ma secondo me sono state scelte di design e quindi non sono difetti, in quanto si inquadrano perfettamente in quella che voleva essere l’opera, ovvero un videogioco di intrattenimento basato sulla storia, l’ambientazione e le idee, qualsiasi complicazione di gameplay avrebbe solo appesantito e rallentato il godimento della narrazione. Continua a leggere

Bioshock 2

Per la serie “I grandi capolavori ritornano”

Back to Rapture

Il secondo capitolo  della saga è ancora ambientato a Rapture, bellissima e affascinante come sempre.

Senza fare spoiler mi limiterò a dirvi che la storia è slegata dal primo, ci saranno richiami e anche qualche comparsata, ma i protagonisti principali (compresi voi) saranno facce nuove.

 

Una cutscene di una scena avvenuta 2 anni prima di Bioshock 1 da il via alla storia, ma un salto temporale ci porterà a giocare ben 8 anni dopo la fine del primo capitolo. Continua a leggere

Deus Ex: Human Revolution

Un eccellente FPS condito di meccaniche stealth, hacking e GDR.

Una perla del genere per qualità del gameplay e storia.

Benvenuto nel futuro prossimo venturo

Anno 2027, Il mondo è infuocato intorno al dibattito sull’accettabilità morale dei potenziamenti cibernetici.

è giusto permettere la modificazione del corpo umano tramite tecnologie biomeccaniche?

e mentre nelle piazze e nei parlamenti di tutto il mondo la questione viene portata avanti, grandi multinazionali continuano le ricerche.

Un giorno come un altro una delle sedi della Sarif Industries, multinazionale impegnata nello sviluppo di biotecnologie per il miglioramento umano, viene attaccata da un gruppo di terroristi… Continua a leggere

Bioshock recensione

9.5/10

Pro

  • L’arte incontra il videogioco
  • Storia e ambientazione
  • Colonna sonora

Contro

  • Gameplay in cui si poteva dare un poco di più

Storia

1960, siete su un aereo diretto in Inghilterra, ma un guasto fa precipitare l’aereo in pieno atlantico, annaspando tra i rottami, il protagonista intravede una sorta di faro in mezzo all’oceano, e da lì inizia la vostra storia.

Una ormai decadente hall, un tempo sfarzosa e imperiosa vi accoglie, un batiscafo vi porta sul fondo dell’oceano, con un compagno alquanto strano, un video di accoglienza ad una nuova e misteriosa città.

“Niente dei o padroni. Solo l’uomo.”

Continua a leggere